mercoledì, agosto 02, 2017

1 agosto 2017 - Show di fine anno - La squadra del Puma - La squadra del serpente 12-14 (dcr)



Dopo un mese di stop e in vista della pausa estiva, il Katenaccio saluta i campi di calcio (non per sempre, purtroppo per il calcio) con la consueta sgambata interna di fine stagione.

A differenza del solito "attacco versus difesa", si è puntato sul metodo classico: due capitani, lo svizzero Maurizio e Pigi (da qui i nomi delle squadre. Chi vuol intendere intenda), e chiamata dei giocatori a comporre le squadre.

Dal punto di vista tecnico è stato una partita sostanzialmente dimenticabile. Dopo un minuto Boezio era già per terra, ubriacato dalle finte di Ok Bomber. Dopo il movimento Cassina nella ginnastica artistica, ora c'è anche il movimento Boezio nel calcio". Duni ha fatto tre volte lo stesso errore di impostazione causando altrettanti gol (sarà un caso, ma sono proprio loro ad aver sbagliato i rigori decisivi) ci siamo mangiati una decina di gol a squadra, ogni tanto ci guardavamo intorno confidando nell'arrivo di cambi, di giovani leve, di bombole d'ossigeno, ma niente.

I veri lampi sono arrivati da chi gioca di meno coi pettirossi, come Makako e Marco, o da chi è all'esordio assoluto come Antonio, nettamente il migliore in campo. Potrebbe essere anche un nuovo acquisto per la prossima stagione (merito di Pantaleo Corvino detto Soda detto Porchetta detto Alessandro), se non scapperà lontano da noi dopo ciò che ha visto ieri. In caso restasse, avremo un centrocampo tutto molisano e il Katenaccio avrà adempiuto al suo compito: il calcio di qualità non c'è, ma il Molise sì. E lo avremo dimostrato noi.

Grazie a tutti i giocatori (e le giocatrici) di quest'altra divertentissima stagione pettirossa, grazie ai nostri avversari, e si ricomincia da fine agosto con la dodicesima annata del Katenaccio, con tanto calcio, con un po' di basket e, con ovviamente, i valori dei trigliceridi tutti sballati e sbagliati.

TABELLINO

La squadra del Puma - La squadra del Serpente (12-14 dcr)
Marcatori: serve un'autocertificazione

Pagelle:
*Squadra del Puma*
Cruz 5.5
Pippo 5.5
Borghezio 6
Duni 4.5
Puma 6
Marco 6.5
Makako 7
*Squadra del Serpente*
Vito 6
Pigi 6
Mimì 6.5
Soda 6.5
Angioletto 6
Antonio 7.5 (premio stagnola Sky)
Ok Bomber 6.5

venerdì, giugno 16, 2017

13 giugno 2017 - Katenaccio - Saponetta League 12-8

Arriva una vittoria, all'apparenza larga, ma la partita è stata davvero combattuta.

Per iniziare: onore al merito ai nostri avversari che, in 6 contro 7 per tutta la sfida a causa di un malinteso sulle convocazioni, ha ampiamente tenuto testa al Katenaccio sul profilo del gioco, della cattiveria e della grinta, passando in vantaggio e addirittura dominando in alcuni momenti della sfida.
Il Katenaccio non è nel suo momento migliore della stagione, ma continua a vincere partite che in altri tempi avrebbe certamente perso: i meriti di questo exploit sono in buona parte della zona alta della formazione, e in particolare di Marcolinho che torna a vestire la divisa del Katenaccio mostrandosi nettamente superiore a tutti gli altri pettirossi in campo.

In difesa si balla un po' troppo, soprattutto a causa di Mimì e delle sue scarpe da pattinaggio, che un paio di volte lo hanno lasciato col culo a terra mentre un Mezzapesa in grandissima forma marciava spedito verso la porta avversaria.
Alla fine si vince per consunzione, per sfondamento, per errori di stanchezza degli avversari: ma a un certo punto, con un gol solo di vantaggio a 15 minuti dalla fine, abbiamo tutti temuto di subire una delle più cocenti umiliazioni della storia pettirossa.

TABELLINO

Katenaccio - Saponetta League 12-8
Marcatori: Marcolinho (4), Ok Bomber (4), Manuel (2), Soda (2)

Pagelle:

Cruz 6
Mimì 6
Duni 6
Manuel 6
Soda 6.5
Marcolinho 7.5 (uomo stagnola Sky)
Ok Bomber 6.5

6 giugno 2017 - Katenaccio-Saponetta League 9-7

Siamo al terzo 9 a 7 consecutivo, e il secondo consecutivo con una nostra vittoria. Partita nient'affatto indimenticabile da entrambe le parti: il caldo è tanto, il fiato e poco, gli errori individuali crescono esponenzialmente. E il Katenaccio, a dirla tutta, non fa tutto quello che sarebbe opportuno fare per vincere.

Max fa molta fatica sulla fascia destra a causa di qualche problema muscolare di troppo, Nicola è spesso nascosto, Soda gioca più ala che mediano, Manuel gira a vuoto, Duni e Mimì sbagliano qualche movimento e qualche diagonale di troppo.

Gli avversari fanno la partita (e infatti lasciano il campo sconfitti e incazzatissimi) ma non sono lucidi nel momento decisivo quando, a 10 minuti dalla fine, subiscono quattro gol consecutivi: due per errori difensivi banali e due per il cambio di portiere provvisorio causa infortunio.

A quel punto il Katenaccio fa rallentare il ritmo, sfrutta lo scoramento degli avversari e il fatto che la partita si sia di molto protratta oltre l'ora e portano a casa il risultato.
Martedì sarà dura ripetersi per la terza volta, comunque servirà una prestazione molto più ordinata.

TABELLINO
Katenaccio-Saponetta League 9-7
Marcatori: calcolo in progress

Pagelle:

Marco 6
Max 5
Mimì 6.5
Duni 6
Manuel 6.5 (uomo stagnola Sky)
Soda 6.5
Ok Bomber 6

sabato, giugno 03, 2017

31 maggio 2017 - Katenaccio-Saponetta League 9-7

I pettirossi tornano prontamente al successo nell'appuntamento settimanale oramai fisso contro la Saponetta League.

Il Katenaccio non gioca una partita indimenticabile dal punto di vista tecnico e soprattutto fisico, apparendo spesso lenti e in difficoltà. Allo stesso tempo gli avversari si scoprono davvero fragili in difesa e una serie molto azzeccata di ripartenze in contropiede e di arrembaggi ben assestati portano i pettirossi a realizzare ben 9 marcature.

Autentico mattattore di giornata è Ok Bomber con 4 centri e una splendida partita, fatta di tanta lotta e molta assistenza agli avversari. L'altro protagonista è certamente Cruz, che ha sventato minacce in più circostanze con capacità degne di un portiere di grande livello (e ci ha risparmiato le sue "improvvisazioni" con la palla al piede, eccezion fatta per il primo gol: passaggio fortissimo addosso a Max, rimpallo, avversario solo davanti al portiere).

Un po' di sano culo (avversari che prendono non meno di due pali al termine di occasioni da gol molto ben congegnate) completa il quadro di una partita che si poteva perdere e che, per una volta, si è vinto oltre i nostri meriti.
L'unica insufficienza è nella partita di Duni che percorre una buona mezz'ora zoppicando a causa di problemi a una caviglia. Ma per fortuna i compagni di squadra erano tutti su modalità di lotta molto elevati.

TABELLINO E PAGELLE

Katenaccio-Saponetta League 9-7
Marcatori: Ok Bomber 4, Pigi 2, Manuel 2, Soda 1


Pagelle:

Cruz 7
Duni 5.5
Max 6.5
Pigi 6.5
Manuel 7
Soda 6.5
Ok Bomber 8.5 (uomo stagnola Sky)

Martedì 23 maggio - Katenaccio-Saponetta League 7-9

In un campo di Japigia amichevolmente ribattezzato "il campo di Holly e Benji" (lunghissimo e strettissimo) il Katenaccio soccombe alla Saponetta League dopo una serie di successi consecutivi.
Che la partita sarebbe stata più difficile del solito era facilmente prevedibile a causa dei numerosi problemi di formazione. Cruz gioca terzino per l'assenza di Pigi all'ultimo momento, a centrocampo manca il filtro, in difesa Duni prova tutti i ruoli prima di piazzarsi centrale a dare un minimo di equilibrio.

La sconfitta alla fine è meritata ma non è affatto larga, anche grazie alla capacità tutta katenacciara di restare aggrappati alla partita fino all'ultimo secondo - il match si interrompe a causa di un infortunio piuttosto serio di Pippo Mezzapesa forse nel miglior momento del Katenaccio.

La partita sarà ricordata, oltre che per il campo sformato, anche per alcune incertezze individuali piuttosto pesanti: non è esagerato affermare che i pettirossi avrebbero potuto evitare buona parte dei primi 4 gol subiti se Cruz non avesse fatto il fenomeno lì dove un contropiede sarebbe stato letale, così come Ok Bomber, generoso e sempre presente nell'azione, ha da recriminare non meno di tre errori sottoporta non degni della sua rapacità.

Si esce dal campo a testa alta, sapendo che in condizioni di formazione più normali avremmo giocato per vincere.

TABELLINO E PAGELLE

Katenaccio - Saponetta League 7-9
Marcatori: Ok Bomber 2, Manuel 2, Vito 2, Cruz 1

Pagelle:

Marco 6
Duni 5.5
Soda  6
Cruz 5
Manuel 6 (uomo stagnola Sky)
Vito 6
Nicola 5.5

lunedì, maggio 22, 2017

Giovedì 18 maggio - Katenaccio - Saponetta League 5 a 4

(pagelle a cura di Pigi)

Katenaccio e Saponetta si affrontano nuovamente in quello che sta diventando un grande classico. Le formazioni in campo però sono parecchio diverse dalle solite.

Soprattutto Saponetta si presenta con tantissime novità, la totale assenza dei senatori, all'infuori di Sasso. Si permettono persino il lusso di avere un giocatore extra per il cambio.

I nostri avversari trovano subito il goal su calcio d'angolo, il Katenaccio non molla e trova il pareggio dopo qualche minuto. Li soffriamo fisicamente. Sono piu' grossi di noi e vincono tanti contrasti. Giocano spesso bene, anche se sbagliano molto. Noi come al solito ripartiamo. La partita è bella.

Angelo sulla destra è come al solito generosissimo, ma questo lo porta a volte a salire troppo e a non farci trovare gli equilibri. Manuel e Vito faticano un attimo a trovare le posizioni in campo, ma entrambi crescono con l'andare avanti dei minuti e trovano le loro giocate.

Il gioco passa spesso da sinistra, dove Pigi cerca moltissimo Nicola, che si dimostra in giornata, alternando dribbling personali a pregevolissime sponde per i compagni. Sbaglia un paio di goal sottoporta ma ne realizza 3 e saranno i goal che ci permetteranno di rimanere sempre attaccati alla partita. Gli avversari passano 4 volte in vantaggio, e altrettante volte il Katenaccio li riprende. Marco ci tiene in partita diverse volte. Quando mancano ormai pochi minuti, sull'ennesima sponda di Nicola, Pigi trova l'angolino basso con un velenoso rasoterra. Manteniamo il fortino fino al fischio (urlo all'altoparlante) finale e si va negli spogliatoi con un'altra bella vittoria.

TABELLINO E PAGELLE
Katenaccio - Saponetta League 5-4
Marcatori: Nicola 3, Pigi 1, Vito 1

Pagelle:

Marco 6.5
Pigi 7
Mimì 6.5
Angelo 6.5
Manuel 6,5
Vito 7
Ok Bomber 7.5 (uomo stagnola Sky)

11 maggio 2017 - Katenaccio - Saponetta League 6 a 3

Ci sono solo due giocatori diversi rispetto ai 14 che sono scesi in campo la settimana scorsa, ma la partita a cui assistiamo è completamente opposta.

Il Katenaccio parte lento e imballato, subisce il gol dell'1 a 0 di Sasso imbeccato da un passaggio filtrante su cui la difesa reagisce lentamente, e sembra in grossa difficoltà oltre la metà campo. Poi ci sono due legnate in 5 minuti di Borghezio (decisivo, migliore in campo, ma anche zoppo a fine gara per un infortunio muscolare che speriamo non sia troppo grave) e la partita cambia improvvisamente.

Il Katenaccio smette di giocare di fretta ed è micidiale in verticale, alla Saponetta non riesce nulla e il nervosismo inizia presto a impadronirsi di loro.
Col passare della partita cresce la superiorità dei pettirossi, messa definitivamente al sicuro dalle trovate personali dei due terzini: Pigi fa letteralmente ciò che vuole sulla fascia destra, almeno in fase offensiva, segnando due gol bellissimi, prendendo un incrocio dei pali da posizione impossibile e seminando il panico nella difesa avversaria. Duni fa il secondo gol in due partite con un colpo di testa su calcio d'angolo.

Gli avversari si disuniscono anche fisicamente, con Bino che arriva presto alla canna del gas, e a quel punto la partita scivola velocemente verso la fine, con Manuel che dà la sensazione di poter spaccare tutto se non fosse preso a calci praticamente da tutti gli avversari.
Impressionante, e in positivo, la maturazione del Katenaccio in soli 7 giorni.

TABELLINO E PAGELLE
Katenaccio - Saponetta League 6-3
Marcatori: Boezio 3, Pigi 2, Duni 1

Pagelle: 


Marco 6.5
Pigi 7
Mimì 6.5
Duni 6.5
Manuel 7
Soda 6.5
Borghezio 7.5 (uomo stagnola Sky)

giovedì, maggio 11, 2017

4 maggio 2017 - Katenaccio - Saponetta League 4-8

I pettirossi tornano sui vecchi classici agonistici nel derby delle moderne generazioni, quello con la Saponetta (si favoleggia addirittura di un campo prenotato automaticamente tutte le settimane, altro che derby di Madrid!): prima mezz'ora da leoni, seconda mezz'ora da catetere mobile.

Il Katenaccio schiera Soda in mediana, Boezio in posizione di Sfalzo Nueve e recupera all'ultimo lo sposo Max che rischia la gamba (e dunque il suo fresco matrimonio) prima di andare in Giappone in viaggio di nozze. E non si priva in porta di Pigliacelli-Cruz che si conferma, come sempre, assoluto mattatore.

Ma andiamo per ordine: gli avversari fanno il gioco e sono più forti, ma il Katenaccio non si perde d'animo, tiene botta nei primi 10-15 minuti, poi inizia a segnare con una cattiveria degna di Frank Underwood. Strepitoso è Boezio, nettamente il migliore in campo della prima parte della gara: suo l'1-2-3 iniziale.

A un certo punto l'irrecuperabile: cross di Manuel dalla destra, da dietro arriva Duni che indovina la coordinazione e segna un gol da cineteca di prima intenzione. A quel punto gli dei del calcio ritengono di aver visto troppo e colpiscono il nostro Cruz, il quale a un certo punto decide che è noioso subire un tiro nello specchio ogni 90 secondi, prova una delle sue progressioni ma per vie centralissime, tenta un dribbling su Asselta sul cerchio del centrocampo, lo perde e regala agli avversari un gol che è ossigeno puro.

Non contento, subisce il 4 a 3 su rigore ingenuamente causato da Max e soprattutto becca il 4 pari posizionando malissimo la barriera.

Probabilmente sarebbe andata a finire comunque male, ma concedere tre gol così agli avversari è davvero troppo per la squadra più anziana e debilitata fisicamente (ah, eravamo i più giovani?), che non a caso smette di correre quasi all'unisono e continua a prendere mazzate intervallate da una serie di parate incredibili del portiere avversario, decisamente il man of the match.

TABELLINO E PAGELLE
Katenaccio-Saponetta League 4-8

Marcatori: Boezio (3), Duni
Pagelle:

Cruz 5
Pigi 5.5
Max 5.5
Duni 6
Soda 6
Manuel 6
Borghezio 6.5 (uomo stagnola Sky)

domenica, aprile 16, 2017

15 aprile 2017 - Memorial Giangi 2017: resoconto

Se pensavate che la beffa più dolorosa della giornata di ieri fosse il gol di Zapata nel derby, non avevate visto ancora niente. Il Katenaccio giunge terzo in un torneo che avrebbe vinto con ampio margine se solo le partite fossero durate un minuto di meno.
Le prime due partite, letali per gli esiti, sono due fotocopie inframezzate da infortuni. Dominio pressoché assoluto, una quantità impressionante di tiri dentro e fuori lo specchio, e praticamente nessun ritorno in termini di gol.
Contro i Maltese succede di tutto: Chila ha uno stiramento dopo 10 minuti e deve lasciare il campo per tutto il resto del torneo. In porta ci andrà Cruz e ci resterà per il resto del quadrangolare. Poi il Katenaccio gioca praticamente a una sola porta, fatto salvo qualche contropiede degli avversari, ma non trova mai il gol.

Si arriva nel finale: il tempo di gioco è praticamente finito (30 minuti a partita, per 3 partite con sole e 23 gradi di temperatura media), il Katenaccio è alle prese con un rosicamento professionale per aver finito la sfida in parità, compromettendo il risultato del torneo, proviamo a recuperare il minuto perso per l'uscita anticipata di Chila e mentre si discute sull'opportunità di recuperare questo minuto, i Maltese battono un angolo (grazie al siparietto Cruz-Manuel che lasciano scorrere un pallone toccato da noi) a difesa nostra non schierata, gol, 1 a 0, il rosicamento si trasforma in un "a coglioniiii".


Morale sotto i tacchi, si ricomincia contro l'Apecorina, che a sua volta ha perso la prima sfida. Bisogna vincere ma potrebbe non bastare, le radioline sono tutte sull'altro campo e gli ingegneri giunti dalla Svizzera stanno già calcolando incroci e classifica avulsa.


Lo spartito è sempre lo stesso: il Katenaccio gioca gioca e gioca, ma non segna neanche sotto tortura. In verità un gol arriverebbe anche, ma poi arriva l'infortunio di Duni (che non chiede il cambio) e arriva la palla che finisce tra il piede 46 di Duni e il piede 48 di Max, il doppio rimpallo, la parata che finisce sui piedi dell'altro giocatore avversario. Inutile dirvi com'è finita, inutile dirvi a che minuto di gioco è successo tutto questo.

1 a 1 finale, la terza partita diventa una sostanziale passerella: il torneo è andato.

E indovinate cosa succede durante la passerella? 5 gol, tiri da fuori area, bombe da lontano, gol impossibili...

Stefano Pioli, non sei solo a questo mondo.

TABELLINO

Memorial Giangi
Katenaccio - Maltese 0-1, Katenaccio - L'Apecorina 1-1, Katenaccio - Saponetta 5-2
(i marcatori non me li ricordo)

PAGELLE

Chila sv
Cruz 6
Duni 5.5
Mimì 6
Puma 5.5
Manuel 6Ricky 6.5 (uomo stagnola Sky)
Soda 5.5

venerdì, marzo 31, 2017

Giovedì 30 marzo - Katenaccio - Saponetta League 9-3

E arrivò la partita in diretta!

Complice l'infortunio di Enzi dopo pochi minuti, e il passaggio al 6 contro 6 sul 7-7, il Katenaccio è obbligato ad adottare la rotazione in panchina.

E così come si fanno scoperte scientifiche sensazionali mentre ci si sta scaccolando (ce lo insegna la nostra delegazione al CERN), i pettirossi fanno un passo avanti atteso da anni: accendono la telecamera di un vecchio Samsung S4 e nella penombra di Japigia danno spazio a un commovente racconto della sfida, in cui i ritmi di gioco fanno capire come siamo diventati vecchi.

La partita, in verità, si era subito messa benissimo: le telecamere si accendono già sul 3 a 0, con il gol all'esordio di Antonio, buona velocità, Ok Bomber in stato di grazia, Chila pure.

Dopo la trasformazione a 6 vs 6 il Katenaccio continua a marciare spedita sino al 6 a 0, ma lì, complice un po' di rilassatezza e il pensiero fisso che Pantaleo Corvino sia lì al computer a cercare di opzionare il molisano Manuel come vice-Chiesino, tutti cercano il numero ad effetto.

Infatti Chila, emule di Cruz della settimana scorsa, prende un gol con un lancio lento e centrale. I difensori si fanno dribblare manco avessero visto la madonna farlocca di Medjugorje, in attacco la fretta prevale.

Quando però ci si rende conto che sul 6 a 3 si può pure fare la cappellata in diretta mondiale, i pettirossi si rimettono in ordine e chiudono la sfida con un rotondissimo +6.
Andiamo a Berlino Beppe!

---

TABELLINO

Katenaccio - Saponetta League 9-3
Marcatori: Ok Bomber 6, Manuel 1, Vito 1, Antonio 1

Pagelle:
Chila 6.5
Duni 6.5
Max 6.5
Antonio 7
Manuel 7.5
Vito 6.5
Nico 8 (uomo stagnola Sky)