sabato, febbraio 09, 2008

belli e spreconi

Il calcio va più veloce del pagellante. Il pagellante va più veloce dell'identità di chi deve scrivere. Credetemi, ho interrotto la tesi (mi laureo fra 9 giorni, non fra 9 mesi) per lanciarmi in queste 15 valutazioni.
La sintesi dell'1-2 katenacciaro si riassume nel titolo del post. Un post che tutto sommato ci fa felici, visto che il gioco è tornato e anche il buon umore. Certo, si può migliorare nel cinismo, ma questo è un fattore su cui piano piano riusciremo a trovare la soluzione. Il Katenaccio pareggia 2 a 2 coi divani e poi passa agilmente al Torneo di Storie contro i Realmente Scarsi, col punteggio di 6 a 2. Ecco le cronache del Freetime, paese ancestrale vicino Narnia.

Katenaccio Divani 2-2

I pettirossi pareggiano contro i quotati Divani in una sfida in cui il pareggio sta più che stretto al Katenaccio, il quale da un lato non ha saputo sfruttare la superiorità numerica di cui ha goduto per più di metà partita, dall'altro ha sofferto il vento contrario che unito al pallone della serie A ha rievocato vecchie sfide in quel di Piazza Garibaldi (chi è vissuto al Libertà, sa).
Sistemazione atipica causa assenza del capitan Puma, con il neocapitan Duni centrale e Mimì a fare il regista.
Eccellente la prova del primo, molto buona anche quella del secondo. La soluzione tattica, specie sull' 8 e 8, sembra avere un senso.
Lì davanti tantissimo movimento e tantissimi gol mangiati. Ma la squadra è viva, vivissima.

Gino 6: buoni segnali dal nostro portiere ballerino. Due parate splendide a terra testimoniano anche una ritrovata coordinazione. Meno timido del solito sui calci d'angolo, deve comunque parlare di più con la difesa. Ha grosse responsabilità sul secondo gol (direttamente da corner) in cui si fa beffare dal vento ma sopratutto non mette nessuno sul palo. E in più un tremendo buco a metà gara che stava causando un autogol da "calcio internazionale", la rubrica storia di Mai Dire Gol.

Hisham 6: un autogol in spaccata che nemmeno Carolina Kostner (avete notato i due gol come li abbiamo presi? Vabbù) condiziona un pò un'ottima prestazione. Continua propulsione sulla fascia destra, in cui alterna un'ottima fase difensiva a una discreta visione in gioco in tandem con Elvis, che coppia amici. Si sta ambientando in fretta a ritmi e schemi del Katenaccio.

Daniele 6,5: alla fine è il cugino di Mimì: vuoi che non tratti il pallone coi guanti? La vistosa fasciatura sul ginocchio ci fa capire che ha combattuto diverse battaglie ma la sua prestazione, sopratutto nella prima parte di gara in cui il fiato gli permette anche una certa disciplina tattica, è buonissima. Nel finale invece cerca di aiutare Ciro sulla sinistra, dimenticando la fase difensiva e costringendo Duni a fare gli straordinari. Ma per sua fortuna...

Duni 7,5: ...il capitano ad interim è in serata di grazia. Tranquillo, gestisce con ordine la difesa, fa le diagonali, lotta su ogni pallone, annulla sostanzialmente Danilo che è molto più forte di lui ma che giovedì deve pagar dazio. A suo vantaggio il campo bagnato, il vento che rende tutto più complesso per la punta, lasciata spesso sola. Ma fisicamente, mentalmente, tatticamente è una partita da incorniciare. Anche Sbrings si sarebbe dovuto sbattere stavolta.

Mimì 7: dopo i primi 10 minuti da soldatino, i richiami da tutte le parti del campo sono univoci "muoviti". E lui, trottolino amoroso, inizia a correre e sbattersi. Gli manca quella sana cattiveria agonistica per cui amiamo il nostro capitano (sei un signore, troppo signore), ma c'è la visione di gioco, la voglia di passare e di costruire. Se dietro va tutto così bene, Mimì può studiare da regista.

Ciro 6,5: una partita che rischiava di diventare quasi anonima da parte dell'ottima ala si accende all'improvviso. Tiro da fuori area, traettoria arquata, incrocio dei pali. Il gol lo galvanizza e nel finale migliora sensibilmente, meritando una sufficienza più che piena. Essendo Rosafantino, e quindi anticalcista come noi, non poteva che piacerci.

Elvis 5,5: gioca una partita sostanzialmente identica a quella di Ciro e anzi, forse entra ancora di più nel gioco, specie al limite dell'area, dove lui entra sempre nelle azioni. Ma è molto più fumoso e non riesce nè a segnare nè a risolvere svariati flipper. Peccato, perchè se fosse stato più cinico avrebbe potuto direttamente ambire al ruolo di migliore in campo.

Lucano 6,5: trottolino sempre in piedi, 1 ne fa e 100 ne pensa. A tal punto che si mangia l'impossibile. Attacca ogni spazio, ogni pallone, cerca i compagni, si fa trovare pronto, abbozza anche le torri di testa. E' chiaro che poi sottoporta la lucidità se ne vada a farsi fottere. Ma è veramente encomiabile per noi della difesa, provati dalla birra e dallo stress della vita.

Katenaccio - Realmente Scarsi 6-2

La catarsi al contrario: un espulsione dei vincitori del premio Fair Play 2007. Un movimento sospetto (io e Mimì avremmo assegnato il rigore contro, ma a quanto pare la chiamata dell'arbitro è stata davvero eccezionale), gli insulti del 9 avversario che cade a un metro dalla porta, l'irreparabile. Hisham fraintende e lo insegue, il Lucano per la prima volta diplomatico. Questa non è una partita contro avversari ben più violenti, è Katenaccio-Realmente scarsi.
I pettirossi gestiscono con tranquillità il match sin da subito, con un siluro su punizione del solito (ma non ci stancheremmo mai) Marco. Dopo 2 minuti arriva il 2 a 0 e la partita è messa in ghiaccio. La difesa è stanca e si vede nelle occasioni delle due marcature. Ma il risultato sta stretto al Katenaccio che in superiorità numerica si mangia non meno di 7 occasioni di gol. A cui bisogna aggiungere 2 pali e 2 traverse. Belli e spreconi, appunto.

Federico 7: del tutto inattivo nel primo tempo, eccezionale nella ripresa con un paio di interventi alti che io manco ero riuscito a veder partire e lui già volava. Esilarante il suo rapporto col Lucano, che per tutto il tempo lo chiama Fabrizio. "We fabrì lancia lancia!!". Quando ordina le barriere, ci rendiamo conto della sua attenzione e ne siamo molto felici. Parlaci di più però!

Hisham 6: primo tempo molto buono, paga un pò di stanchezza nella ripresa in cui ingolosito dagli spazi in più sulla sua fascia si avventura in folate offensive alle quali non viene però coinvolto, e questo è un peccato perchè nella tre-quarti avversaria è sempre libero. Rischia di farsi cacciare quando capisce male una frase dell'espulso avversario e va a cercarlo fuori dal campo di gioco. Uomo d'onore fu. Ma è un'intemperanza che gli fa abbassare un pochino il voto.

Mimì 6: più stanco che distratto, pecca in generosità nell'azione del primo gol in cui la diagonale con Duni non funziona e il ciambotto è bello che fatto. Anche nel secondo gol non sembra prontissimo, per il resto fa il suo dovere e porta a casa la sufficienza ma se anche lui cede un pò fisicamente sembra chiaro che con una panchina così corta non si possono farre gli straordinari.

Duni 6,5: non fa molto di più dei suoi omologhi e anzi, sembra che la testa non lo accompagni particolarmente. Primo tempo anonimo se non fosse per quel palo al volo che se fosse entrato avrebbe causato la caduta di qualche governo in Africa. Nella ripresa l'andazzo anonimo prosegue. Poi, negli ultimi 10 minuti, con l'acido lattico che raschia i flessori ad ogni scatto, ha un momento d'orgoglio, vede le autostrade e spinge come un forsennato, entrando in tutti i contropiede. Orgoglione.

Gabriele 6,5: il suo gol, da solo, vale il prezzo del biglietto. Non è Puma nè per corsa nè per indole (la squadra tatticamente era da rivedere), ma sopratutto nella prima frazione sembra andare a nozze con Lucano e Marco che si cercano continuamente con fraseggi veloci e combinazione di prima. Lui ci mette i suoi ottimi piedi e il Katenaccio diverte. Nella ripresa cala fisiologicamente ma con la palla tra i piedi le sue iniziative hanno sempre senso.

Marco 7: apre le danze con un numero dei suoi, poi si mette a disposizione del Lucano, cercandolo con buona regolarità e regalandogli almeno 2 delle 3 segnature scanzanesi. Meno decisivo quando è lui a portare la carretta. E' proprio quando cerca l'iniziativa personale che sembra pagare un pò di stanchezza e perde gli attimi buoni per bombardare. Una prestazione comunque ottima, forse il migliore dei nostri.

Lukano 7: il migliore perchè Lucano, un pò preso dal braccino, un pò per non infierire, continua nel cenone di capodanno inaugurato la sera prima contro Storie e si mangia una marea di gol. Addiritura 3 a tu per tu col portiere che spesso deve restare semplicemente fermo e aspettare che i tentativi di palombella gli finiscano in mano. Ma comunque è straordinario vederlo correre così 24 ore dopo essersi fatto altrettanto nel culo.

12 commenti:

Lukano ha detto...

ottima fabrì =)

Massimo` ha detto...

si è finalmente riaperta la strada della vittoria. buono buono :D

marcolinho ha detto...

Dino pagelle fantastiche come sempre, mi sento in dovere di ringraziarti a nome di tutta la squadra sia per le risate e sia per le impennate ke le pagelle danno al nostro conto GOOGLE ADSENSE arriva a quasi 97$ dollarozzi

Julian Ross ha detto...

è fantastico leggere le tue pagelle da qui Dino.
Mi fai sentire a casa...e non aggiungo altro.
Vi voglio bene a tutti cmq e vi sono vicino ;)

Julian Ross ha detto...

è fantastico leggere le tue pagelle da qui Dino.
Mi fai sentire a casa...e non aggiungo altro.
Vi voglio bene a tutti cmq e vi sono vicino ;)

Doonie ha detto...

Compriamola sponsor (gratuito, ma quanto onore) del katenaccio?

parliamone.

Mimì ha detto...

Grande dino; a mezzogiorno l'attesa per le pagelle era a livelli esagerati. Belle come e più del solito.

marcolinho ha detto...

ci stampiamo il logo sulle magliette?

Soda ha detto...

Per quanto riguarda il logo di "Compriamola": se ci rimborsano le spese sono favorevole alla stampa sulle nostre magliette.
In caso contrario, non vedo perchè fare questa cosa gratuimente quando potremmo trovare altri sponsor disposti a farlo a pagamento.

Quello che mi preme invece è quella di cucirci il nostro LOGO sulle magliette (il pettirosso insomma), quella si che sarebbe cosa buona e giusta. ^__^

Just my two cents,

Soda

Doonie ha detto...

noi (Compriamola.it) soldi non ne teniamo, anche i manifesti che vedete in giro per bari ci sono stati gentilmente offerti.

Tra l'altro considerando la presenza dei google adsense (e la cronica assenza di uno sponsor vero e proprio, che diciamo di trovare ma che poi non troviamo mai) io me la giocherei questa carta "sociale" di Compriamola, così come il Barcellona fa con l'Unicef.

Poi possiamo trovare una soluzione di compromesso, tipo rendere Compriamola un secondo sponsor, mettere cioè il logo in una posizione diversa dal petto (o dietro sotto il numero, o avanti piccolina sul lato destro)

per il pettirosso, credo dobbiamo aspettare che google adsense faccia il dovere suo :p

Soda ha detto...

Non paragoniamo l'Unicef ad un'iniziativa al momento, con tutto il rispetto per te Dino, abbastanza velleitaria. ^__^
Se a Bari ci sarà la possibilità d'imporsi come un unicum a livello italiano, ovvero avendo per la prima volta una società di calcio professionistica posseduta dai "tifosi", sarò davvero contento ma spero nessuno si offenda se ho forti dubbi in merito per il momento...
E' probabile che non sia questa la sede più appropriata per discuterne ma tendenzialmente non vorrei quel logo sulla maglietta della squadra...Meglio il nome di una pizzeria o un negozio come tanti. ^__^

Perdonate infine la mia ignoranza: cos'è il google adsense per il pettirosso?

Just my two cents,

Soda

marcolinho ha detto...

come potrai notare caro soda c'è una pubblicità sul sito in alto a sinistra dove ogni volta ke qualcuno clicca un tot di centesimi viene recapitato sul conto google del katenaccio arrivato a 97$