giovedì, dicembre 06, 2007

il ruggito del coniglio

Primo successo del Katenaccio al torneo di Storie. Per certi versi sorprendente. Sconfitti i (per la prima volta) favoriti cugini della Nardullese con un secco 3 a 0, in una di quelle partite che fanno venire i nervi agli avversari, nettamente vincenti dal punto di vista del possesso palla, quasi sempre con il pallino del gioco, ma costretti a tornare a casa con le polveri bagnate.
A fine primo tempo il risultato di 1 a 0 appare davvero ingiusto, e per certi versi fortunoso il gol che l'ha scaturito. Ma nella ripresa i pettirossi compiono un autentico capolavoro tattico, facendo valere anche quell'annetto in più di esperienza insieme. Difesa straordinaria (Ciccio deve fare non più di 2 parate e Nicolò, capocannoniere ispirato quanto nervoso, deve inventare mezze rovesciati e soluzioni assurde per puntare la porta), Puma su tutti i palloni, le punte che non smettono mai di correre e confezionano insieme il 3 a 0 dopo un grave errore del portiere in occasione del 2 a 0. Il Katenaccio con il K maiuscolo, lucido, difensivo ma non difensivista, cinico.
Tutto questo, urge ricordarlo, in 7 contati.

Ciccio 7: si regala uno shutout per il compleanno. Torna tra i pali con una prova degna del miglior Bruno Pizzul (avrà ripetuto 100 volte "ma non fategli fare queste cose, e ci è, Maradon) e si fa trovare pronto nelle 2 o 3 occasioni dove doveva essere sveglio. Deve però imparare a chiamare il pallone in uscita, Mimì ha rischiato la decapitazione un paio di volte.

Max 7,5: ecco la prova che ci aspettiamo sempre dal nostro lungagnone. Non lascia un centrimetro libero, nè con la palla a terra, nè sulle inattive, dove il Katenaccio è stato finalmente ordinato. Spinge il necessario, rischia la gamba, si sacrifica tantissimo pur non avendo cambi pronti (a prendersi tutto il freddo di questo mondo), fa il suo dovere nel migliore dei modi.

Mimì 8: a metà del secondo tempo rischia uno sfregio degno di Max Arena dei Fichi D'India. Palla alta, Nico alza la gamba e lui petto in fuori (Cannavaro-Cannavaro-Cannavaro) mette la testa ed esce sulla fascia sinistra. Quando è così non ce n'è nemmeno per i capocannonieri. Chirurgico negli anticipi, così tranquillo e sicuro di sè che certe volte ci fa prendere delle gocce pazzesce coi suoi ghirigori. Ok tecnica individuale, ma ammin u pallon in tribbun!

Duni 7,5: la fascia è la sua. E non ce n'è. Vito le prova tutte per saltarlo, palla tra le gambe, veli, dribbling. Ma lui c'è. Lo va a recuperare nel suo centrocampo, lo marca quasi a uomo. Fortemente ridimensionata una delle migliori fonti di gioco Nardulle, si diverte anche a giocare bene di testa, ricordandosi che mammà lo ha fatto di 1,90. Qualche tentativo azzardato di giocata di qualità, per il resto prova superba.

Puma 7,5: il fattore-motivazione si vede nel suo volto, nella caparbietà. Sente la partita come forse non ne ha mai sentite e corre come un disperato. Quando un terzino viene puntato, lui c'è sempre. Fa la partita che gli si chiede di fare, tanto sacrificio e un uomo sempre disponibile quando si tratta di fare ripartenze. Che poi continui ad avere difficoltà a vedere la partita, chissenefrega.

Marco 7,5: una minella su punizione, un assist logico quanto divino e tantissima corsa fanno dimenticare i calci d'angolo gestiti così così. Anche lui sembra avere il fuoco nei piedi e il sangue agli occhi e non si fa mancare niente, dalla sgroppata al recupero. Partita completa e prime prove tecniche di vero e proprio tandem offensivo con tanto di passaggi e movimenti ben fatti col Lukano.

Lukano 7,5: un gol limpido, uno a metà tra il cercato e il trovato, un trottolino impazzito che non smette mai. Il Lukano formato famiglia torna a offendere e a farlo nel migliore dei modi. Partita difficile per lui dal punto di vista fisico (contro Gianfranco sarebbe stata difficile per chiunque) e lui perde la testa ben presto, si fa ammonire. Saranno i gol a calmarlo, almeno in porte. Per quanto parte delle sue proteste fossero state ragionevoli, abbiamo seriamente rischiato di farci un tempo in 6 e senza cambi. Bravissimo comunque.

5 commenti:

MRK ha detto...

Mimì, un grandissimo.
baRocco (suo segreto ventilatore)

mik ha detto...

Il Ruggito della porchetta...

Julian Ross ha detto...

grossi ragazzi!
continuate così per il presidente!!!

Puma ha detto...

La porketta vi mangerà tutti!!!

x Duni: penso cmq di aver letto bene la partita. Non ho superato spesso la metà campo perché non ce ne era bisogno: con quel vento era meglio lasciar sfogare gli avversari e colpirli in contropiede.
Cmq tanquì, non è polemica, solo puntualizzazione. ;-)

mik ha detto...

Puma come Liedholm, grande esperto di calcio, e di metereologia.