sabato, aprile 26, 2008

A testa alta, ma non basta

Il sogno Katenacciaro si infrange ai quarti di finale del torneo di Storie: i pettirossi abbandonano la tenzone dopo aver tenuto all'andata e per buona parte del primo tempo, salvo poi subire gol piuttosto evitabili. 4 a 1 il risultato finale.
La squadra ha dimostrato carattere, tenendo testa a una formazione sicuramente più forte di noi, in particolare nel possesso e nella circolazione del pallone. Siamo rimasti in gara sino al recupero quando il gol finale della Stella Rossa ci ha mandato al creatore.
Le assenze sono pesate, in particolare quella di Federico, specie se valutiamo la prestazione del portiere avversario, eccezionale almeno in 3 circostanze in cui ha ipnotizzato il diretto avversario in situazioni di 1 contro 1.
Ma non è detto che a ranghi compatti ce l'avremmo fatta, sicuramente ce la siamo giocata.
Forse è mancata proprio la difesa in questo match decisivo, quella difesa che spesso ha fatto la differenza: neppure l'inserimento a sorpresa di Dario è riuscito a dare quel qualcosa in più al pacchetto arretrato.

Cruz 6: con una difesa avversaria solida ma non velocissima, sono molti i rimpianti per non averlo visto in mezzo al campo. Comunque ammirevole l'attaccamento alla maglia che oramai è del tutto ritrovato, così come l'affiatamento coi compagni. In porta fa quel che può e si disimpegna alla grande in un paio di circostanze. Di certo gli manca l'istitno nelle uscite e questo, alla fine, peserà in un paio di occasioni.

Dario 5,5: parte molto bene a sinistra, lo spostamento a destra invece lo soffre particolarmente. L'inattività causata dalla sua vita da globetrotter si nota sopratutto per quanto riguarda l'aspetto tattico: lenta e purtroppo fatale la sua diagonale in occasione del terzo gol avversario. Fa quel che può, ma in un match così importante avevamo bisogno del miglior Dario.

Max 5,5: soffre, come tutti, i continui capovolgimenti di fronte degli avversari a cui non sempre riesce a replicare con la stazza e l'agonismo. Partita di grande sofferenza, priva di errori determinanti ma sempre un po' troppo incerta. Praticamente nullo il suo apporto in fase offensiva, specie nella ripresa quando, sulla destra, sembravamo dominanti.

Mimì 6: partita tutto sommato positiva (il 9 avversario ha fatto ben poco, sia in fase di tiro che di sponda) ma al nostro centrale sembra mancare il guizzo miracoloso in un paio di circostanze dove servivano i suoi superpoteri per evitare i gol e invece il nostro numero 2 si è limitato a fare il difensore. Come per Dario, avevamo bisogno della sua partita della vita per avere qualche velleità di qualificazione.

Duni 5,5: era ancora in aereo 45 minuti prima di scendere in campo. Fa il possibile per esserci, giocando anche con scarpe non sue. E l'inizio risente molto dello spaesamento: da un suo mancato disimpegno nasce l'azione del 2 a 0. Col tempo fa le misure a sè stesso, alla partita e alla squadra, ma purtroppo è troppo tardi.

Puma 5,5: lampi nell'oscurità: partita troppo discontinua del capitano. Dai suoi piedi nascono le azioni migliori ma anche errori piuttosto gravi. Splendido il lancio per il Lucano nel primo tempo, gestito meglio di una ripresa in cui forse paga anche qualche acciacco di troppo e rischia più di una volta di farsi cacciare per interventi in ritardo sugli avversari.

Soda 5: appare un po' troppo spaesato. Non riesce mai a puntare la porta e a fare la differenza. Giocare di sponda o metterla sul fisico è difficile con tanti di marcantonio avversari, non trova mai una posizione definita in campo e lascia la partita senza aver combinato niente che sia degno di nota. Peccato, perchè è sembrato disponibile a sacrificarsi e giocare con la squadra.

Riccardo 6,5: il migliore dei nostri, sicuramente l'unico che dà la sensazione di poter generare la superiorità numerica. Il suo gol è di pregevole fattura e a parte qualche passaggio a vuoto è sempre nel vivo dell'azione. Si mangia un gol clamoroso nella ripresa, un gol che avrebbe riaperto il discorso qualificazione. Ma a lui non gli si può rimproverare assolutamente niente.

Lukano 5,5: partita complessivamente discreta, anche perchè come suo solito insegue palloni spesso quasi ingiocabili. Purtroppo la valutazione non può essere sufficiente, perchè troppo gravi, nell'economia della partita e quindi della qualificazione, sono i suoi errori davanti alla porta. Il portiere è stato sicuramente superbo, ma lui doveva essere un killer. Bravo comunque, per impegno e generosità, che non gli fa mai difetto.

8 commenti:

Massimo` ha detto...

c'è anche un'altra cosa positiva che non hai sottolineato.
non ci siamo fatti male, e la partita è filata bella liscia.

credo che dopo tutte le partite questo sia un grande risultato.


io poi pago moltissimo il mio stato fisico non al top(100 kg si sentono parecchio) e spero di riprendermi il più in fretta possibile...

Puma ha detto...

D'accordo sul voto ma non sul commento: non sono stato ammonito né ho fatto male a qualcuno. Leggendo il commento sembra che chiunque passasse dalla mia zona non se ne andasse senza una stampata; invece ho fatto sì dei falli, ma senza mai intervenire in modo scomposto.

ps: noto con estremo dispiacere che la settimana prossima non ci sarà il torneo, pertanto sarebbe stato possibile, come da me richiesto, rinviare la partita. Poiché noi siamo stati sempre disponibili, mi sarebbe piaciuto che ci avessero accontentato. La scoperta che la risposta negativa ricevuta non sia dipesa da impossibilità organizzativa segna la conclusione della mia esperienza con il Torneo di Storie.

mario -Mr President- ha detto...

come avevo temuto quest'assenza di portieri (a noi all'andata, a voi al ritorno) ci ha mezzo compromesso la qualificazione...poi come dice duni a forze piene magari non saremmo passati comunque..

in ogni caso mi spiace del "danno organizzativo", con noi Monica è sempre stata disponibilissima, a essere sinceri.

in ogni caso questa mancata semifinale fra di noi la recupererei presto con un'amichevole.

Doonie ha detto...

mauri, forse se non ce l'hanno spostata e allo stesso tempo non c'è torneo è perchè non si può proprio giocare settimana prossima...
sentiamo monica, perchè in effetti non ho motivo di credere nella malafede.

Michele ha detto...

"mauri, forse se non ce l'hanno spostata e allo stesso tempo non c'è torneo è perchè non si può proprio giocare settimana prossima...
sentiamo monica, perchè in effetti non ho motivo di credere nella malafede"

Dino, sei troppo buono. Basta indugi. W il Network...

Si lavori sulla nardullese e sui rosafante per non fargli fare il torneo l'anno prossimo...

Massimo` ha detto...

bah, io sono daccordo con Dino.
tenendo conto che i tipi del Freetime(dove ho giocato per anni e anni con armenise quando ero bambino)
erano, sono e saranno sempre delle teste di cazzo.

Michele ha detto...

In questo i due soggetti, organizzazione torneo e free-time, sembrano mostrare pericolose convergenze...

Soda ha detto...

Infatti...Ed aggiungo ke i campi del Free Time sono ormai consumati e durissimi...

W L'OLIMPIC CENTER!