giovedì, aprile 10, 2008

walter, aspetta che devo fare le pagelle. Oh, non cacare il cazzo, ci siamo qualificati!

Il Katenaccio raggiunge i quarti di finale del torneo di Storie con un pareggio, 3 a 3, nel ritorno della sfida contro i Lucky Street. Ora davanti a loro ci sono i campioni dell'anno scorso, quella Stella Rossa temuta ma forse non così invincibile.
Sicuramente il morale della truppa è salito dopo questa incredibile qualificazione, ottenuta dopo un match di ritorno in cui abbiamo fatto fin troppo fede al nome della nostra formazione. I pettirossi hanno giocato un buon 85% del match nella propria metà campo ed è davvero strabiliante come siano riusciti a trasformare in gol le uniche occasioni davvero limpide a loro capitate.
Partita che, come all'andata, è stata durissima dal punto di vista fisico (3 ammoniti e tutti i senatori a casa con zoppìe..la vecchiaia è una cosa seria) e che ha vissuto momenti estremamente drammatici quando, sul 3 a 2 per gli avversari, sarebbe bastato un gol per impattare il conto dell'andata e finire ai rigori.
Abbiamo vissuto 5 minuti di autentico furore agonistico che in qualche modo siamo riusciti a placare, anche con l'ausilio dei nostri legni, lambiti (per non dire presi in pieno) un paio di volte.
E proprio quando quel furore sembrava essersi un po' placato, la partita è stata magistralmente chiusa dal Katenaccio che in contropiede, in pieno recupero, chiudeva il discorso qualificazione.

Perchè essere ottimisti? Semplice: la difesa è tornata su ottimi livelli. E sopratutto, una partita del genere 3 mesi fa l'avremmo persa di 5 o 6 gol. Il Katenaccio è tornato. E Soda ci porterà in Champions.

Federico 7: altra partita super, forse anche più difficile della precedente, sia per le condizioni fisiche non ottimali, sia per la straordinaria pressione che il Katenaccio deve subire durante tutta la gara, specie nella parte centrale del secondo tempo. Interventi plastici, con le mani come coi piedi. Con un portiere così, la difesa può fare il suo mestieri senza ansie e patemi. E in sfide ad alto tasso di agonismo come quella di ieri è l'unica chiave per andare avanti nel torneo.

Max 5,5: meno convincente dell'andata, sopratutto in due episodi. Sul primo gol il fallo subito appare piuttosto evidente, ma un marcantonio del genere non solo deve farsi beffe di quell'intervento, ma deve seppellirlo. Nella ripresa una diagonale infelice poteva portarci nel baratro. Per il resto partita ordinata e diligente, ma quei due momenti di black-out potevano portare a conseguenze nefaste. Niente di grave, la condizione generale è buona e deve solo continuare così.

Mimì 7: gli attaccanti avversari, alti e forti fisicamente, fanno un grave errore: mettersi di spalle alla porta. E così, mentre stanno bramando il passaggio dalle retrovie, puntualmente si ritrovano questo piedino che li frega tutte, tutte le volte. Avrà fatto lo stesso movimento, lo stesso furto, non meno di 20 volte. Qualche patema di troppo nelle diagonali, ma ieri c'era un terzino zoppo che ha tirato fuori dal cilindro la prova di carattere...

Duni 7: dopo 3 minuti è già per le terre dopo uno scontro di gioco piuttosto violento. Stanotte è svegliato dal dolore (così come il suo centrale), ma durante la partita il disagio è solo quando deve giocare la palla, cosa che fa quasi sempre male (fatto salvo l'assist a Soda per la prima rete). La fase difensiva è praticamente perfetta. Le dà e le prende, non ha paura di staccare e di metterci il testone, si intende alla meraviglia con Mimì, forse come non mai da quando il Katenaccio varca le (proprie) aree di rigore del barese. Stoico.

Puma 6: il primo tempo è una chiavica. Entra in campo in ritardo, corre senza convinzione, dopo 10 minuti è già ammonito e forse rischia anche qualcosa di più. Si fa superare, sembra spaesato. Ma non credo possa essere considerato un caso il momento in cui decide di entrare in partita, ovvero quando i Lucky Street stanno dominando e sono a un solo gol dal recupero. La sufficienza se la va a prendere in contropiede, quando con testardaggine recupera un passaggio incerto di Soda e mette Lucano solo davanti al portiere. Salvato dalla campanella.

Soda 7,5: l'eroe di giornata. Non è una partita facile e non può giocare nel suo solito ruolo, ma lui si mette a disposizione della squadra e aiuta Mauri e Duni sulla sinistra in interdizione. Ma la vera magia sta nella capacità di trasformare in oro i palloni che tocca, così come ci aveva abituato e così come non stava più riuscendo a fare. Ha 2 volte palle giocabili e tira 2 volte nel palo alla destra del portiere, clinicamente, non forte ma in modo imparabile. Nella ripresa cala un po' ma si impegna senza sosta. La qualificazione ha la sua firma.

Lukano 6: se per Soda la partita non è facile, per lui è semplicemente impossibile. Fede è costretto a giocare lungo per il pressing altissimo degli avversari e lui ha giusto quel piccolo e tenero difensore di nome Lucio che lo marca. Riesce a giocare pochissimi palloni, spesso spalle alla porta: fisicamente subisce. Ma come per i suoi compagni di reparto la caparbietà non gli manca e così, con tutta la porta vuota, possiamo immaginare la liberazione di metterla dentro e chiudere il conto.

20 commenti:

Julian Ross ha detto...

Continuiamo così ragazzi...avete tirato fuori una prova di orgoglio e di carattere...soffrendo,come sappiamo fare alla grande!
Contro stella rossa ci vorrà il miglior katenaccio,sperando di recuperare acciaccati e infortunati seri, e che Cruz si inventi una grande partita! Il presidente mette in mezzo una cassa di peroni come premio qualificazione(giuro)

Massimo` ha detto...

ma pure 5 direi io!

preciso che sul primo gol la gomitata mi ha bloccato un po' perchè l'ho presa in un punto cruciale e doloroso.
poi non so perchè il mio fisico dopo 10 minuti non mi ha retto più e ho faticato parecchio proprio senza cambio a giocare.

cmq. basta che abbiamo vinto ;D

Soda ha detto...

Non voglio "aprirmi di bocca" perkè tutto è andato bene, ma il passaggio finale al Puma ke ha aperto il contropiede non era incerto: la palla poteva passare solo in quel modo ed infatti il difensore è riuscito solo a "spizzarla". Poi grande intelligenza di Maurizio ke passa al centro e fa segnare Lukano. E' come se avesse segnato lui. Non sto qui a ricordarvi di quando altri di solito da quella posizione defilata tirano...(mannaggia!)
Grande partita da parte di tutti.
In linea di massima credo che se giochiamo con Lukano prima punta sia meglio avere 2 centrocampisti, pronti a ripartire, piuttosto che una seconda punta ke magari non recupera.
Penso di poter tranquillamente giocare anche in quel ruolo. Dopo aver fatto Billy Costacurta vorrà dire ke mi metterò a fare Klas Ingesson...bwahahahahah

Vostro,

Soda

Michele ha detto...

Complimenti per la vittoria, che sembra essere stata epica. Ci si chiede tuttavia se non sia il caso di spendere due parole il pappalettere, squadra che avreste dovuto affrontare regolarmente, e che invece ha dovuto rinunciare all'ultimo momento alla partita settimanale prevista e concordata a causa dell' impegno del katenaccio. Credo che per una questione di rispetto e stile spetti al pappalettere non un chiarimento, perche' la situazione e' chiara di per se', ma per lo meno le scuse e la promessa di una partita riparatoria, magari anche nel week end, con l'impegno della dirigenza pettirossa a riparare il torto subito dai leali amici biancoverdi.

baloo ha detto...

più che "epica" io troverei altre mille aggettivi comunque... uagnù, onore a voi...
ma non ricordo una vostra Azione, a parte quella in contropiede sul fischio finale. però, gran portiere e grossa difesa. Oh, poi così è come la vedo io (e spero di non provocare incazzature o insulti di ogni genere).
Io un po' ci speravo, ma alla fine chissenefrega.
Tra l'altro siete la squadra che ha il MIGLIOR DIFENSORE del torneo (sempre a parere mio): quel maledetto Mimì...
In bocca al lupo per le prossime partite.

Lucio

Puma ha detto...

Ammetto che non abbiamo giocato bene questa partita, però ci tengo a segnalare che in entrambe le sfide ci siamo presentati con difficoltà di formazione.
Siamo in un periodo che tutto il Katenaccio andrebbe trasferito al CTO.
Eppure siamo riusciti con tenacia e cinismo a portare a casa il risultato.
E poi scusa, dobbiamo pure fare fede al nome che ci siamo scelti?

Soda ha detto...

Caro Lucio,
noi siamo il Katenaccio e giochiamo così...Figurati che tecnicamente avremmo abolito il numero 10 nell'assegnazione delle maglie, proprio perkè filosoficamente non ammettiamo la presenza di fantasisti.
Immagina ke io per primo ho litigato con tutti i miei compagni di squadra che in partita hanno cercato di eccedere nel dribbling o nelle finezze...
Il Katenaccio si sa difendere e ripartire. Solidità e cinismo.
E poi Mercoledì non c'era altro da fare se non difendersi e colpire in contropiede...
Just my two cents,

Soda

p.s. Per il Pappalettere: giochiamo Domenica mattina?

Doonie ha detto...

Onore a voi Lucio, in quanto a capacità di costruire il gioco non c'è stata storia.

Ma se facciamo un confronto tra le difese, almeno per quanto riguarda l'attenzione negli episodi, è là che si è giocata tutta la nostra qualificazione.

Bravi comunque, meritavate di passare almeno quanto noi.

Mimì ha detto...

é vero la nostra partita, dal punto di vesta del gioco, è stata una delle peggiori, e le cause sono tante, ma tutta la squadra ha realizzato forse la partita perfetta da un punto di vista difensivo.
Quando ho visto che anche a Doonie riusciva di respingere i tiri avversari, saltando all'ultimo, mi sono gasato ancor di piu. Queste sono le partite che piu mi piaccioni, sofferte dall'inizio alla fine.

Lucio ti ringrazio per i complimenti, e li ricambio, dicendoti che sei il difensore che apprezzo di piu (con il nostro Dario naturalmente), tra quelli con/contro cui ho giocato; e non nego che mi piacerebbe giocare una partita li dietro con te.
Cmq complimenti ed onore alla tua squadra, che dal punto di vista del gioco ha da insegnare a molte delle squadre del torneo.

Doonie ha detto...

pensa Lucio, anche a doonie riusciva di respingere i tiri!

mimì, sei una vecchia puttana...
quando ti paro il culo non stai a pensare a dario e lucio :)

Mimì ha detto...

dino, lo sai, per te non è solo ammirazione......ma è AMORE VERO

marcolinho ha detto...

Grandi ragazzi!!! spero di esserci almeno per il ritorno con stella rossa, martedì ho la rivisita dall'ortopedico.

Cmq spendete due parole per i poveri pappali...

Michele ha detto...

Grazie marco, almeno qualcuno si e' ricordato di quei poveri 8 fessi che aspettavano tutta la settimana di poter giocare, e che hanno visto saltare la partita senza un paio di parole spese pubblicamente per scusarsi. Continuo a credere che Network o non network sullo stile non si possa e non si debba mercanteggiare.

Puma ha detto...

Io non posso domenica per motivi fisici. L'adduttore mi dà ancora fastidio e non voglio rischiare di farmi male in un periodo terribile per la squadra dal punto di vista delle disponibilità.

Mi dispiace che non si sia giocato con i pappali giovedì, però mi preme ricordare che tre giocatori del Katenaccio si sono fatti male il giorno prima e che non abbiamo avuto alcun supporto dalle altre squadre del NetWork: sia per il completamento della nostra squadra che per il completamento di quella biancoverde, infatti anche a loro mancava uno.

Per quel che riguarda Gino e il suo ignobile bidone, mi astengo da fare ulteriori commenti. Certo è che ne terrò conto nelle formazioni future.

Doonie ha detto...

Caro Michele, non posso che integrare mestamente le parole degli altri, compresa la voglia di giocare domenica, placata dal dolore al piede.

Ci scusiamo per non essere riusciti a mettere in piedi una squadra: stiamo avendo difficoltà sempre e quello che vorrei cercare di farvi capire è che il torneo (e forse nemmeno il Network) hanno molto a che vedere con le nostre difficoltà.

abbiamo il presidente fuori sede, i fratelli de Santis quest'anno sono stati schierati a dir poco col contagocce.

Il nostro impegno è quello di fare sempre il possibile per mettere le squadre in campo, ma è solo un rilancio di quello che facciamo sempre (anche se purtroppo non sempre porta a risultati tangibili).

E' chiaro che a fine stagione occorrerà una massiccia campagna acquisti, anche per far fronte all'emergenza bidoni che non può più essere sottovalutata.

Scusate ancora Pappali.
E comunque vi faccio una proposta, anche se so che potrebbe addirittura indispettirvi.

In situazioni di emergenza come quella di ieri, perchè non valutare la possibilità di giocare secondo altre modalità che non siano l'8 vs 8?
Se dobbiamo giocare e divertirci, non è così indispensabile mantenere un format rigido.
Anche un 5 vs 5 andrebbe ugualmente bene, a mio avviso.

Michele ha detto...

Grazie Dino per il messaggio. Mi sembra una dimostrazione importante di lealta' e serieta'. Su queste basi sara' un piacere avere relazioni con il Katenaccio. Alla prossima, speriamo presto, in campo.

kikkuzzo ha detto...

e quindi l'anti-calcio (per vostra stessa ammissione) va avanti...e vabbè...mi è venuto da sbadigliare solo a leggere il resoconto della partita, figurarsi a vedere per intero una vostra partita! Almeno noi lì dietro abbiamo bidoni laureati per cui thriller e pathos sono assicurati ad ogni nostra partita! :D

Doonie ha detto...

quando i vostri avversari non si ritirano, ovviamente...

kikkuzzo ha detto...

ovviamente...ma sai com'è, mica si ritirano ogni volta...ogni tanto le partite ce le giochiamo...

giggione ha detto...

COMUNICATO MEGAPRESIDENZIALE

Cari amici del Katenaccio, scrivo questo comunicato in occasione dell’increscioso episodio verificatosi in occasione della partita di giovedì 10 c.m..
Al fine di fare chiarezza su quanto accaduto, faccio un breve resoconto degli avvenimenti. In occasione della partita organizzata contro di voi il 3 aprile e alla quale era stata data conferma dal vostro capitano, la vostra dirigenza, dopo aver avuto disponibilita’ dal Rosafante, chiedeva di invertire le partite del 3 e 10 aprile. Questo con il lodevole intento di mantenere tutte le competizioni contro il Pappalettere e del torneo di storie di un livello adeguato.
L’anticipo della partita del Rosafante, causava grossi problemi organizzativi. Questi venivano prontamente risolti grazie al megapresidente che di sua iniziativa contattava la dirigenza degli elefanti rosa e riusciva ad organizzare la partita. Va dato atto al Puma e a Cruz di essere stati determinanti con la loro disponibilita’ per la rapida soluzione del problema.
Il mercoledi’ successivo, ricevevamo un post sul nostro sito da parte di Soda (che volgio ringraziare a titolo personale) che segnalava la difficolta’ organizzativa per la partita del giovedi’.
Il giovedi’ stesso il Puma segnalava come i sopravvissuti dalla partita del torneo di storie erano solamente 2.
Non arrivava alcuna altra comunicazione ufficiale e l’unico interlocutore della vostra squadra era Soda che chiedeva a noi delucidazioni sulla conferma della partita.
L’impossibilita’ da parte nostra a coprire i buchi della vostra organizzazione e il venire meno di Amoroso nella nostra squadra, ci lasciava concretamente nell’impossibilita’ di organizzare anche il piu’ banale dei 5-5.
Il Pirellone, poiche’ nel frattempo nessuno della vostra squadra dava segni di vita, provvedeva ad annullare la prenotazione del campo alle ore 20.00 circa.
Di fatto nell’arco temporale di otto giorni, causa le vostre necessita’e disordini organizzativi, il pappalettere si trovava ad affrontare una partita di basso profilo e a non giocare la seconda.
Dopo aver protestato sul vostro sito, la nostra protesta restava priva di risposta sino al topic di duni sul vostro blog e alle scuse ufficiali riportate sul nostro forum che arrivavano solo al sabato della stessa settimana su esplicita richiesta da parte di marco. In un suo topic vi faceva infatti notare, nel complimentarsi per il buon esito della partita del torneo di storie, la necessita’ di “dire due parole ai pappali”.
Voglio inoltre rammentarvi che questa sfida (senza contare il trofeo del male) arrivava subito dopo la partita Katenaccio-pappalettere che fu modificata in real tressette-pappakatenaccio. In tale circostanza il Katenaccio alla stessa maniera si dileguo’ dalle fasi organizzative e solo l’ottimo Mimì si rese disponibile per la partita serale.
E’ evidente come la vostra organizzazione negli ultimi scontri che avremmo dovuto giocare sia stato assolutamente lacunoso.
Mi dispiace inoltre farvi notare come anche da un punto di vista comportamentale siate stati assolutamente poco corretti: non ho ricevuto nessuna telefonata dalla vostra dirigenza che mi avvisasse dei problemi d formazione che avreste avuto; non ho ricevuto nessuna telefonata che mi avvisasse della votra indisponibilita’ a presentare la squadra al campo; le scuse arrivavano tardive e solo dietro esplicita richiesta.
Dalla prossima volta chiedo quindi che i rapporti intersocietari di tipo organizzativo siano tenuti sempre ed esclusivamente da una unica persona e che nel caso si verifichino dei problemi, di essere contattato prontamente per mettermi nelle condizioni di poter fronteggiare le difficolta’.
Mi permetto inoltre di segnalare come tale comportamento sia lesivo dei rapporti di “buon vicinato” e sicuramente non auspicabile in un momento in cui si sta cercando di costruire qualcosa insieme.
Il Pappalettere si sta concretamente impegnando per la riuscita del progetto Network e sembra strano che proprio da una delle compagini a parole più interessata a tale progetto, nei fatti dimostrato con l’apertura del forum, si possano scorgere atteggiamenti malsani e poco attinenti con lo spirito proposto.
Il Pappalettere ritiene che tali problemi derivino esclusivamente dalle carenze di organico e dalla concentrazione che il Katenaccio in questo momento sta riponendo nella fase finale del torneo di storie.
Fermo restando che le scuse date, anche se tardive, sono assolutamente accettate e che quanto accaduto non lascera’ strascichi, essendo il vostro organico attuale non adatto all’organizzazione di piu’ incontri settimanali, il Pappalettere ritiene di non voler ulteriormente organizzare partite con la vostra squadra sino alla conclusione del torneo di storie e che non proporra’ comunque ulteriori sfide, anche al termine di quest’ultimo, attendendo segnali in questo senso dalla vostra dirigenza.
Questo al fine di permettervi di riacquistare la serenita’ e la correttezza che vi contraddistingue e la concentrazione e rigore organizzativo per le sfide interne con le squadre del network.
La compagine biancoverde ricordando che dieci anni di esperienza sui campi di pallone insegnano tante cose (in particolare il rispetto degli avversari) e nella speranza di poter riprendere il più presto possibile a giocare contro di voi, vi augura una ottima riuscita nel torneo di storie.
Con amicizia
Il megapresidente Giggione