mercoledì, settembre 10, 2008

2 a 1 periodico

Un titolo che farà le gioie di gran parte del Katenaccio. Fisici, ingegneri, amanti dei culi (per loro il periodico è Eva Tremila per sottolineare come, nonostante il passare dei giorni e l'ingresso in campo di terzini dotati di parti di ossa mobili, il risultato sia sempre lo stesso: 2 a 1. I pettirossi traggono grosso giovamento dalla presenza del Presidente, che aumenta in modo evidente le possibilità di soluzioni d'attacco. Si può giostrare da ogni parte. E se si mette pure il Puma che fa gli inserimenti...
Solo un infortunio di Chilavert, autore fino ad allore di una buona prova, mette in discussione il risultato. Ma la difesa c'è e per i pettirossi è ancora successo.

Chilavert 6: la continuità nel rispondere alle convocazioni va salutata con enorme entusiasmo. Specie quando, come in questo caso, ha avuto un incontro ravvicinato col dentista in giornata. Bravissimo su Riccio nell'1 contro 1, compromette la sua prestazione nel gol del 2 a 1, dove un eccesso di sicurezza lo tradisce. Abbiamo vinto, poco male.

Yuri 7: sarà che sono terzino, sarà che pur volendo non correrò mai più così tanto e così forte, ma è il migliore in campo. Sembra trovarsi a suo agio sugli spazi molto meno angusti di un 8 vs 8, e quando decide che cambia passo è raramente fermato (ma quando lo fermano, bisogna fare attenzione). Dal fondo può crossare, dettare il passaggio, tirare. Un'agonista, un acquisto sicuramente utile nelle tonnare.

Mimì 6,5: quei due buchi nelle palle aeree possono trasformarsi in disastri e lui ne è consapevole, sbracciandosi e chiedendo scusa ai compagni di squadra. I pettirossi bene o male si salvano e lui, per tutto il resto della partita, è il solito Mimì tutto cuore ed anticipi. In ogni caso, mi hai fatto spaventare.

Duni 6,5: 3 anni con Mimì a qualcosa saranno serviti. Oltre al miglioramento tecnico-(?)tattico, c'è anche la capacità di capire dove stare quando serve. E così spesso protegge il centrale, altrettanto spesso si fa trovare libero per il passaggio. Con Pigi gioca pochi palloni ma domina la fascia. Nel finale perde in lucidità e sparacchia alcuni palloni con troppa sufficienza.

Puma 7: con tutte quelle punte capisce che impostare è secondario e così si fa trovare sempre al limite della difesa, un'argine autentico, un altro autentico cacamento di cazzo per Mario e tutti i nardulli che tentano l'inserimento centrale. E quando Cruz decide di passare (era dato a 4.40 su Betfair) il suo movimento è splendido e l'esecuzione precisa. Benissimo così.

PJ 6,5: un voto leggermente corretto al ribasso non per quello che riesce a fare con la palla tra i piedi (un gol e la capacità di seminare il panico) quanto per la scostante presenza sul fronte d'attacco katenacciaro. Forse non tutte le colpe sono sue, ma è evidente che quando si accende la lampadina il Katenaccio sale in cattedra, e con il Presidente in campo voglio vedere più energia elettrica.

Cruz 6,5: passa il pallone generando un gol. E questa è, per forza di cose, la notizia del giorno. Pur muovendosi con maggiore costrutto del solito non vede assolutamente la porta. Poco male. Molto più azzardati quei dribbling nella trequarti difensiva, a destra, dove già Yuri è terzino atipico. Un giorno mi vedrete correre come non mai. Per andare a prenderlo per la giugulare.

Marco 6,5: una prestazione encomiabile sotto il punto di vista dell'impegno. Perchè se è vero che abbiamo tante soluzioni offensive, spesso la squadra è lunga, troppo lunga. I palloni gli arrivano come schegge, direttamente dalla porta, e quando riesce a far salire la squadra bisognerebbe già baciargli i piedi. Manca solo il gol. Ma per gli amanti della fatica, è uno spettacolo.

p.s. grazie ai 100 fans del Katenaccio su Facebook!

3 commenti:

u_baris ha detto...

Ciao ragazzi sono Gigi dei Rosafante, volevo confermarvi la nostra presenza lunedì: ho scritto qui perchè non sapevo come confermarvi altrimentI!prenotate voi il campo??aspettiamo vostre notizie sul nostro blogghe

mauro ha detto...

sì infatti fateci sapere se il campo è già prenotato oppure ce la dobbiam veder noi, cmq vediamo di organizzare un 8vs8 in qualunque caso

Darayavaush ha detto...

Bravi ragazzi! Le vittorie sofferte sono quelle che lasciano il segno.