giovedì, maggio 24, 2007

milan - liverpool 2 - 1

Come potete osservare da questo screenshot, il Milan ha vinto la sua settima Champions League. Evidentemente a Liverpool, la Napoli britannica, non devono essere così scaramantici e così, sul loro website, hanno pubblicato ieri pomeriggio questa foto. Poi, più o meno tutti sapete come è andata a finire. Considerando che questa settimana sarò avaro di pagelle (causa ritardo martedì e impegno con Proforma stasera), proverò a far divertire un pubblico esigente con delle pseudo-pagelle della partita. Pseudo perchè ho bevuto un litro di birra a stomaco vuoto. Sapete com'è il fair-play..io farei di tutto per essere amico dei britannici..

Dida 6,5: mentre sul suo capo iniziano ad apparire strisce degne del film "Signs" di Night Sciambola o come cazzo si chiama lui, bene o male si vince l'ennesimo trofeo. Nessuna parata difficile, ma comunque non perde l'occasione per quei 3-4 decimi di secondi di terrore. Non blocca la palla nemmeno sotto tortura. Gino, il suo padre putativo, dal suo casolare di Via Giovanni Pascoli, dichiara "capelli a parte, è tutto suo padre".

Maldini 7: fra 3 giorni passerà dall'Inps a ritirare la sua pensione di 5 milioni di Euro. A quel punto, la sua splendida moglie Adriana (si dice che Paolino la chiami Gallianina nell'intimità) le farà un sincero bogonotto e a quel punto prenderà la via di Costacurta. Bello, e senza forze.

Nesta 7,5: dopo Pippo, il migliore dei suoi. Noto campione di Winning Eleven (che, se ricordate, gli causò una microfrattura alla mano un paio di anni fa), si diverte a spingere cerchio in continuazione. Per sua fortuna deve affrontare il fumosissimo Dirk Kuyt e non il sottovalutato fenicottero biondo, Peter Crouch, il quale, se decide di saltare 10 centimetri, può imbastire una teglia di patate riso e cozze sul suo capo. Al 70imo gli tira la coscia: evidentemente sarà passato al Nintendo Wii e si mette a giocare a tennis a casa sua.

Jankulovski 5,5: da lui partono le migliori azioni del Liverpool. E questo è tutto dire. Ma voi milanisti malpensanti, non capite. I veri esperti di calcio dovrebbero sapere che per anni la fascia destra dei Reds è stata presidiata da Smicer, indimenticabile ala Ceca che Marek avrà elevato a inimitabile modello di inutilità. Eppure, nei miei tempi di WE con owen e diouf in attacco nel L'Pool, Smicer era sempre utile quando, messo a 20 minuti dalla fine, risolveva con gol a culo.

Pirlo 6,5: da quando ha vinto il mondiale è tutto un turbinio di espressioni facciali. Pensate che riesce addirittura a ridere quanto tira fortissimo addosso a Inzaghi (così si battono le punizioni, tirate forte inbaccio a me, entro in porta palla e tutto..ve lo dico da sempre). I suoi capelli unti e bisunti rendono Andrè Agassi dei primi tempi solo una piccola debuttante. Comunque, scherzi a parte, appena è salito un pò di tono, il Milan ha cambiato volto. Peccato che mi ha preso quei 20, 25 5,5 nella prima parte di stagione.

Gattuso 7: "penz ke in men di un ann ho vindo tutt. Mondiale, cempson lig, ma sobratutt il premio per la migliore scarpett della Vodafon. Nge lo messo in guel posto pur a Tott, che però gielo a messo nel culo alla santa donna della migghiera per diverdimend. Mi sa che ngè andato meglio a lui. Chebbello l'amore, a noi a Corigliano non è angora arrivato."

Seedorf 5: chiamato in causa sulle attività sessuali bestiali, Nerkiolone sorride. In verità, il mio pronostico, degno del più gasato Maurizio Mosca, diceva: Milan batte Liverpool 1 a 0. Gol di Seedorf. Vista la partita da bella comparsa che ha fatto, devo ringraziare il poco tempo e la pigrizia per non essermi punto inutilmente.

Ambrosini s.v. perchè, ha giocato? (dalla regia dicono di si)

Kaka 6: sembra che giochi più per il pallone d'Oro che per la finale di Champions. Cerca sempre il numero ad effetto (fantastica la cinciallegra a metà del primo tempo). Per il resto vivacchia, arrivando con agilità al titolo di capocannoniere della Champions (Ciccio, si vengiut 1600€ o je nu bluff?). Nel finale incanta con quel passaggio filtrante che sembra fatto apposta per Inzaghi, il quale non se lo fa dire due volte e va esultando come un tossico in una discoteca di Brescia. Nel finale voto 0 alla maglietta "i belong to jesus". Poi ti vedo sugli autobus a fare il testimonial di Armani e ad alludere a rapporti orgiastici nella tua Ringo People. Dolce e Gabbana, invidiosi, hanno già assoldato Ratzinger per il nuovo spot nello spogliatoio calcistico, insieme al torello Platini, Pratali dell'Empoli e Gene Gnocchi.

Inzaghi 10: pippo, e sto bene. Uno spot vivente per la cocaina. Sia perchè quando festeggia sembra che si è appena steso 3 grammi, sia perchè si chiama Pippo. Come Calavera, che dopo non aver presentato le sue amiche a Cruz, rischia il linciaggio mediatico. Tocca 5 palloni in tutta la partita, segna 2 gol, guadagna un calcio d'angolo. Le cassette del Katenaccio viste nella cantina di Ancelotti, davanti a una Sassicaia dell'83, saranno pur servite a qualcosa. Movimenti alla Soda, sia in campo, sia fuori. I due sono noti amatori. La partita che lo consacra definitivamente come calciatore di valore assoluto.

5 commenti:

Antunello84 ha detto...

Dino, Ambrosini ha fatto una bella partita, se non ci fosse stato lui il liverpool avrebbe dilagato a centrocampo.

Doonie ha detto...

state dicendo tutti così..evidentemente stavo veramente di fuori..

Soda ha detto...

Di goal come il primo d'Inzaghi ne ho fatti almeno 5-6 questa stagione...Come vogliamo chiamarlo? Goal "alla Inzaghi" o "alla Soda"? Ne parlerò con Pippo quest'estate al Billionaire...^__^

Cmq...la partita più brutta del Milan degli ultimi 2-3 anni...ma alla fine siamo campioni lo stesso giusto? :-)))

CAMPIONI D'EUROPA!!!

Inzasoda

Julian Ross ha detto...

Ambrosini Imho merita 7...
sono morto + volte x le risate cmq durante la lettura di queste pagelle...
FORZA MILAN!
FORZA KATENACCIO!

Puma ha detto...

Ambrosini anche per me non pervenuto: sarà la birra? Il Liverpool e il Milan sono entrati sempre da tutte le parti, però arrivati alla tre quarti non riuscivano a concludere, segno che le squadre erano molto chiuse e timorose di subire gol.